RES JACOPONIS: UNA REALTÀ CULTURALE TUTTA NOSTRA

Print Friendly, PDF & Email

Res Jacoponis è il nome del gruppo di ricerca nato all’interno del Liceo Jacopone da Todi su iniziativa della professoressa Antonella De Nicola. L’obiettivo è riunire tutti i docenti interessati a fare studi e ricerche di aggiornamento interno per poter trasmettere le conoscenze acquisite agli studenti.

Il 2021/2022 è il primo anno scolastico in cui è partito il progetto: l’anno scorso c’è stata solo una serie di incontri, su volumi pubblicati singolarmente dai docenti che ne fanno parte. I componenti sono insegnanti interni ed esterni e tutti insieme partecipano alla stesura e pubblicazione del libro dal titolo “Idee e corpi in movimento: il ‘68 e il mondo in subbuglio”. Un tema che è sempre attuale nel mondo della scuola e che interessa molto gli studenti del nostro liceo.

Consapevole dell’attenzione degli studenti del Liceo per questo periodo storico anche il Preside Sergio Guarente, tra i principali fautori del progetto, si è messo in gioco come parte del gruppo di ricerca e nel libro tratta del rapporto tra il maestro Herbert Marcuse e la sua allieva Angela Davis (“Cercatori di utopia”). La professoressa De Nicola invece, con il suo Dottorato di Ricerca, presenta come argomento per il libro: “1968-1978: Anni di piombo e ‘troubles’; terrorismo e lotta in Italia e Irlanda”. Anche il professor Vecchio può vantare un Dottorato di Ricerca, e riporta l’esperienza di David Leavitt nel contributo “Family Dancing e il ‘68 (in)visibile” Il professor Russo tratta dei testi della letteratura antica coinvolti nel ’68, il professor Umbrico del romanzo incompiuto “Severino” di Ignazio Silone, e la professoressa Giuliana Massaro, avendo anche lei un Dottorato di Ricerca, riporta i cambiamenti degli studi archeologici dal ‘68 ad oggi. Infine partecipano anche i docenti Gianluca Prosperi (professore di storia e filosofia al Liceo Classico Mariotti) e Roberto Monicchia (professore di lettere a Vicenza), entrambi insegnanti esterni: il primo affronterà il mutamento del linguaggio nelle canzoni italiane dal ‘68 ad oggi, il secondo interverrà sul ‘68 analizzandolo attraverso il tema dell’ esperienza didattica. Tra i componenti del gruppo di ricerca c’è anche la professoressa Carla Gentili che, però, non aderisce alla pubblicazione del volume. I docenti scelti esercitano anche in strutture accademiche o università, e il volume sarà pubblicato entro il prossimo anno scolastico. Il Preside, entusiasta, ha dato grande sostegno all’iniziativa diventando uno dei partecipanti al progetto Res Jacoponis: in questo modo la scuola si dimostra portatrice di cultura attiva sul campo e rientra nel quadro di un’azione didattica che implica, prima di tutto, l’affermazione di un’azione fortemente educativa (nel senso, in particolare, di apprendimento di nuove pratiche di studio e di approfondimenti tematici). Inoltre questa è la prima volta che in una scuola viene creato un progetto di ricerca attiva svolto dagli stessi docenti e dal preside che vi lavorano, e per tale motivo si può definire un vero e proprio vanto per il nostro Liceo.

Iscriviti per ricevere contenuti nella tua casella di posta, ogni settimana.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.