Sottob@nco in visita alla Camera dei Deputati
UN GIORNO A MONTECITORIO

Print Friendly, PDF & Email

Tornare, anche solo per un giorno, un liceale. Riabbracciare e rivedere i compagni di scuola e i vecchi insegnanti. Accorgersi di essere stato parte di qualcosa e di aver contribuito alla crescita di un progetto: la visita a Roma, cui sono stato gentilmente invitato a partecipare da Sottob@nco, ha significato prima di tutto questo, oltre ad un’importante occasione di formazione e di arricchimento culturale.

La giornata dei redattori di Sottob@nco si è articolata in due momenti principali: la visita alla sede romana del Corriere dello Sport e successivamente alla Camera dei Deputati. Ad accompagnare i “giornalisti in erba” il Ds Sergio Guarente, la professoressa Susi Felceti, coordinatrice del progetto “Informazione, scuola e territorio: esperti giornalisti incontrano i redattori di Sottob@nco”, che affianca l’attività redazionale del giornale e la collaboratrice professoressa Cristina Belli.

Ad accogliere in prima mattinata gli studenti è stata Francesca Fanelli, storica giornalista del Corriere dello Sport, presente in Redazione dal 1993. “Uno e tanti”: così la Fanelli ha definito il Giornale: il Corriere dello Sport consta, infatti, oltre che dell’edizione nazionale, di una versione romana e di una campana, alle quali si aggiunge l’edizione “Stadio”, diffusa in Emilia e in Toscana. «Quando sono entrata al Corriere – spiega Francesca Fanelli – in Redazione eravamo oltre 100 giornalisti; oggi siamo circa 30 persone. Anche la carta stampata ha subìto gli effetti della crisi, se si pensa che, rispetto alle circa 300 000 copie l’anno che si vendevano fino 5-6 anni fa, oggi si è scesi a una tiratura di 65.000 copie. Anche la fruizione del Giornale è cambiata: dal 2015 siamo passati al formato Tabloid, ritenuto più comodo e maneggevole, abbandonando il formato grande».

La Redazione di Sottob@nco al Corriere dello Sport, accompagnati dalla giornalista Francesca Fanelli

Nel primo pomeriggio, la Redazione di Sottob@nco si è recata presso la Camera dei Deputati. La visita è stata preceduta da un incontro con il Capo Ufficio Stampa Stefano Menichini, il Presidente della Stampa Parlamentare Marco Di Fonso e la caporedattrice di Rai Parlamento Annamaria Baccarelli, con i quali i ragazzi hanno avuto modo di riflettere sull’importanza dell’informazione parlamentare e dell’obiettività del servizio pubblico, un compito delicato e un dovere che i giornalisti hanno verso la società, in particolar modo quelli parlamentari.

Alla Sala Stampa della Camera dei deputati, con Annamaria Baccarelli, Marco Di Fonso e Stefano Menichini

Dalla Sala Aldo Moro, dedicata alla memoria dello statista, esponente di spicco della Democrazia Cristiana, assassinato nel 1978 insieme alla sua scorta, alla Sala del Cavaliere, nella quale vengono ricevute le delegazioni straniere, alla Sala della Lupa, in cui venne proclamato l’esito repubblicano del referendum istituzionale del ’46, fino ad arrivare alla Sala della Regina e alla Sala delle Donne, inaugurata nel 2016 dall’allora Presidente della Camera Laura Boldrini: le meraviglie del Palazzo di Montecitorio, patrimonio dell’intera Nazione, culminano con la visione del Transatlantico, ampio salone in cui i Deputati sostano ed incontrato i giornalisti, e dell’Aula in cui si riunisce l’Assemblea della Camera dei deputati.

La Redazione di fronte all’ingresso di Palazzo Montecitorio

Progettato agli inizi del Novecento da Ernesto Basile, l’immenso emiciclo della Camera è rivestito da legno di quercia e sovrastata da un arioso velario in stile liberty in vetro colorato realizzato da Giovanni Beltrami. È abbellita da due celebri opere d’arte: il grande pannello bronzeo raffigurante la glorificazione della dinastia sabauda di Davide Calandra ed il grande fregio pittorico dedicato alla storia del popolo italiano di Giulio Aristide Sartorio. La Camera è stata visitata, tra gli altri, anche dal Pontefice Giovanni Paolo Secondo nel 2002.

« La visita a Montecitorio – commenta Susi Felceti, docente di lettere del Liceo Jacopone e giornalista pubblicista- segue a quella di due anni fa all’azienda Vetrya e di un anno fa agli Studi Rai di Saxa Rubra, che costituiscono preziose opportunità formative per gli studenti/redattori di Sottob@nco. Si tratta di uscite sul campo, al cuore dell’informazione, ed è stato bello per i ragazzi avere il privilegio di essere ricevuti dal Capo Ufficio Stampa Stefano Menichini e dal presidente Stampa Parlamentare Marco Di Fonso. Un ringraziamento particolare ad Annamaria Baccarelli, giornalista Rai ed ex allieva del Liceo, che ha reso possibile tutto ciò».

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.