EDITORIALE

Nello studio di Rai Parlamento
Print Friendly, PDF & Email

«La mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere perché s’infuochi  il gusto della ricerca e l’amore della verità». Così diceva Plutarco nel I secolo d.C. e quante volte ce lo siamo detti noi insegnanti prima di entrare in classe? Tante. Ma non sempre è facile infiammare gli animi e le menti di tanti adolescenti che ogni giorno ti guardano con aria sospetta quando varchi la soglia della classe. Poi è arrivato Sottob@nco…. e allora ho capito le parole di Plutarco, perché, come non capita spesso nel mondo della scuola, in questa nuova esperienza teoria e prassi viaggiano insieme. Non si tratta solo di scrivere articoli, ma anche di fare interviste, conoscere nuove persone, occuparsi dei problemi del nostro territorio, scendere in campo per verificare le notizie, cimentarsi nel montaggio di video e foto, entrare nel mondo digitale per la pubblicazione, ma anche e soprattutto confrontarsi con esperti del settore per carpire i segreti di un mestiere multiforme ed eclettico: quello del giornalista.

In questi mesi è proprio quello che è successo ai nostri redattori in erba. La loro collaborazione con Sottob@nco si è impreziosita ed arricchita grazie ad incontri altamente formativi ed edificanti. Primo fra tutti, in ordine cronologico, la visita alla sede Rai di Saxa Rubra: qui i nostri ragazzi hanno potuto visitare gli studi televisivi del TG1, assistere alla registrazione della rubrica Billy, vedere in diretta il telegiornale di Rai News24, confrontarsi con tanti esperti e capire che dietro ad ogni piccolo servizio c’è un grande lavoro di squadra e cooperazione. La seconda straordinaria esperienza è stata la visita della giornalista e caporedattrice di Rai Parlamento, nonché ex allieva del liceo Jacopone, Anna Maria Baccarelli. Anna Maria ha portato tra le mura della scuola tutta la sua professionalità ed esperienza, ci ha raccontato tra la nostalgia e la commozione i suoi primi passi come giornalista per la rivista tuderte Città Viva e soprattutto, grazie alla sua bravura, ci ha fatto capire quanto quello del giornalista sia un lavoro affascinante, coinvolgente, ma a volte anche faticoso e non sempre compreso ed apprezzato da tutti. Da ultimo, ma non sicuramente per importanza, c’è stato il confronto con il giornalista e scrittore Matteo Grandi, fresco di ritorno dalla sala stampa del Festival di Sanremo. Tra lui ed i ragazzi si è acceso un dibattito su quelli che sono i pericoli e le derive del web. Abbiamo capito che la vita virtuale e quella reale non sono scisse, ma corrono sullo stesso binario, pertanto è necessario relazionarsi con i social con consapevolezza e cautela.

In questo nuovo numero i redattori di Sottob@nco confermano la centralità del Liceo Jacopone come fonte di ispirazione per i loro articoli, nonché culla della loro formazione culturale e scrigno inesauribile di esperienze educative e costruttive. Si parte con l’entusiasmante racconto del viaggio di 15 nostri allievi delle classi quinte presso il Parlamento Europeo, un vero e proprio esercizio alla conoscenza, alla maturità e alla saggezza, per poi passare allo sfavillante resoconto della, oserei dire, pirotecnica e variegata Notte Nazionale del Liceo Classico, con un focus particolare sul contributo della classe 4ASU sull’empatia. Non potevamo fare a meno di soffermarci sui progetti già in atto quest’ anno, come il laboratorio teatrale, considerato un vero e proprio allenamento per la vita, e su quelli futuri come le anticipazioni sulla Notta Bianca e sullo Jacopone Art Festival, per poi concludere con la ricostruzione e rielaborazione dei due incontri con i giornalisti Anna Maria Baccarelli e Matteo Grandi. Naturalmente non poteva mancare un’attenzione particolare alla nostra città, croce e delizia per ogni tuderte, tra le critiche e i disagi provocati dal mancato funzionamento dell’ascensore di Porta Orvietana, all’infinita odissea che gli studenti devono affrontare ogni mattina per raggiungere le sedi scolastiche, ma anche la nuova speranza per la rinascita di un morituro centro storico, grazie all’apertura del nuovo cinema presso il Nido dell’Aquila, un’occasione di svago e di condivisione, e alla prossima inaugurazione del parco Beverly Pepper, un momento di rilancio artistico e culturale per la nostra città. Infine è sicuramente degno di nota il ritrovamento di un ciclo pittorico sulle Metamorfosi di Ovidio in via del Monte, un tesoro che si va ad aggiungere alle meraviglie artistiche del nostro Comune. Dulcis in fundo, come di consueto, abbiamo una imprescindibile finestra sul mondo, infatti una delle peculiarità di Sottob@nco è proprio la sua poliedricità e la sua apertura a tutto ciò che fa notizia, uscendo, talvolta, anche dalle mura della scuola e della città, in modo da regalare ai nostri ragazzi una visione più ampia e più critica della realtà. A questo proposito sono rivolti gli articoli sul Festival del Cinema di Roma, con la relativa intervista alla Direttrice Generale e quello sulle imminenti elezioni europee corredato dalla videointervista alla giornalista dell’ufficio stampa in Italia del Parlamento Europeo Valentina Parasecolo.

Che altro dire? Se vi va, leggeteci e condividete i nostri articoli. I giovani redattori ce l’hanno messa tutta. Noi insegnanti, anche. E se non siamo stati in grado di accendere un grande fuoco, almeno concedeteci di dire che qualche scintilla ha illuminato gli sguardi e i sorrisi dei nostri ragazzi e piccole faville hanno stimolato i loro animi. Di sicuro un buon risultato. Plutarco concorderebbe con noi!

Cristina Belli

Segui e condividi: