EDITORIALE

La redazione di Sottob@nco: da sinistra Giulia Mannaioli, Natalie Greene, Valentina Gubbiotti, Margherita Rinaldi, Roxana Mariana Vlad, Susi Felceti, Alice Pasquetti, Vincenzo Russo, Esraa Azzouz, Giorgio Tenneroni, Tommaso Marconi, Livia Cardinalini, Pietro Benedetti, Ludovica Rellini, Lisa Tulli, Sergio Guarente, Giulia Corsini, Elena Lazzoni, Giulia Lucaroni, Irene Morini e Giulia Tiburzi.
Print Friendly, PDF & Email

Eccoci qui. La nuova stagione di Sottob@nco parte con una redazione rinnovata e ampliata, diciassette ragazzi degli indirizzi classico, scientifico e linguistico e un’ex allieva, pronta a dare il suo contributo. Pronti, tutti, a mettersi o a rimettersi ancora in gioco, a raccontare in modo appassionato e vivace la vita multiforme del Liceo e del territorio in cui vivono. Parole, scatti, frame e illustrazioni per comprendere le complesse dinamiche sociali e culturali di cui la scuola è parte integrante. Per informare, con apertura e senso critico. Il risultato è ancora una volta una caleidoscopica varietà di temi e motivi, con un occhio attento non solo all’attualità ma anche al passato e al futuro. Una sovrapposizione di piani temporali che non disdegna l’oggi, dalle delicate e controverse politiche per l’accoglienza alle priorità della città, così come pensate dal nuovo primo cittadino Antonino Ruggiano, fino al decoro del nostro chiostro, cornice di impareggiabile bellezza, novello Perìpato, e poi ancora l’emergenza sangue e l’appello dell’Avis ai giovani. Quei giovani in cui tanto credeva l’indimenticato e illuminato imprenditore Franco Todini, protagonisti di una tradizione che dura da trenta anni. Il passato, piccole grandi pagine di storia cittadina e non solo, irrompe con i ricordi di un fenomeno culturale importante, quale il Sessantotto, che ha attraversato quasi tutti i Paesi del mondo con la sua forte carica di contestazione sui pregiudizi sociopolitici, ma anche con quelli di ex allievi del Liceo negli anni della Grande Guerra. Storia, arte e cultura si celano nell’antica via Amerina, percorsa da intrepidi bikers, nelle possenti mura del maniero di Petroro, che oggi ospita il più importante centro dell’ortodossia cattolica in Italia, o nelle suggestioni uniche, tra antico e contemporaneo, della Casa Dipinta del pittore irlandese Patrick Ireland, all’anagrafe Brian O’ Doherty, che le redattrici di Sottob@nco hanno voluto omaggiare con un contributo in lingua inglese. Il futuro, infine, ha il volto di Sara Chiappalupi, ex studentessa del Liceo e giovane assegnista del Dipartimento di medicina sperimentale, che è in cerca di conferme su una ricerca di medicina sperimentale che la vede coinvolta in una missione con la Nasa, condotta con la Stazione spaziale internazionale. Ma il futuro ha anche il volto di vetrya, un’azienda che in pochi anni ha scalato le classifiche internazionali nel campo dello sviluppo delle piattaforme on line e servizi digital. Sottob@nco è andato direttamente sul posto per toccare con mano il modello di successo di welfare aziendale creato da un imprenditore visionario, coraggioso e fuori dal coro, l’ad Luca Tomassini. È stata la prima di una serie di “uscite sul campo” che il nostro giornale on line vuol sperimentare e un grazie speciale va al fondatore di vetrya, a Katia Sagrafena, co-fondatrice e direttore generale dell’azienda, e alla responsabile della formazione, Susi Sagrafena, che ci hanno gentilmente ospitato. Ma un grazie speciale va ai ragazzi stessi, alla loro curiosità e al loro desiderio di sperimentare e imparare, perché realizzare un giornale non è cosa semplice, richiede molto tempo, forza di volontà e assunzione di responsabilità.

Susi Felceti   

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.